CLUB ANTIQUARI ITALIANI
 
SPONSOR
LE RUBRICHE
L'UNICO ALBERO GENEALOGICO DI UNA FAMIGLIA ITALIANA CON DOCUMENTI, GLI ALBERI, LA RICERCA ARALDICA
I COSTUMI NEI SECOLI
Cleto (CS) - IL SITO DEL PICCOLO COMUNE CALABRESE
DAL MEDIOEVO - INCISIONI
LE MASCHERE DELLA COMEDIA NEI SECOLI
LINKS PER LE CASE D'ASTE
LINKS PER I DATA BASE DI PITTORI
ARIDE CORBELLINI - ARTISTA BRESCIANO DEI PRIMI '900
PICCOLE BIOGRAFIE DI ARTISTI
LE INVENZIONI
MARCHI CERAMICHE
 
 
 
LE IMMAGINI PROVENGONO DAI SITI WEB
INDICE DEGLI ARTISTI

 

AMIGONI, Jacopo

n. 1682 a, Napoli, m. 1752 a, Madrid

le immagini sono tratte dal sito : WEB GALLERY OF ART e dai links sottostanti - biografia da WIKIPEDIA

Jacopo Amigoni (1682 – Madrid, 1752) è stato un pittore italiano, appartenente alla corrente del rococò. Non si conosce con certezza il luogo di nascita dell'Amigoni, per il quale si suggeriscono le città di Napoli e di Venezia.

Stilisticamente, mostra una formazione nella cerchia di Luca Giordano, con influssi di Francesco Solimena e della scuola romana. Se fosse nato a Napoli, sarebbe certamente giunto molto giovane a Venezia, dove egli risulta indicato dalla Fraglia, la corporazione dei pittori veneziani, fuori Venezia nel 1711. Nella città lagunare, subisce gli influssi di Antonio Bellucci, Sebastiano Ricci, Antonio Balestra, Giovanni Antonio Pellegrini e Rosalba Carriera.

Un ritratto di una figlia del re Giorgio II Una donna vestita per il ballo in maschera Abramo ei tre Angeli
Aeneas im Kampf gegen König Turnus unter der antiken Götterwelt Allegoria di umiltà Allegoria della Giustizia
Adorazione dei pastori Anne, Princess of Orange Apolo e le muse
Bacco e Arianno Caroline_Wilhelmina_of_Brandenburg-Ansbach Consul Marcus Curius Dentatus
Grazie al sacrificio di Noè David and Abigail diana
Dal 1717 è in Baviera – ma risulta un viaggio a Venezia nel 1726 – nel Castello di Nymphenburg, dal 1719 nel castello di Schleissheim e dal 1725 al 1729 nell'abbazia benedettina di Ottobeuren: in questi affreschi l'Amigoni si mostra uno die primi seguaci del rococo veneziano, che non casualmente è chiamato, in Germania, anche "stile Amigoni".
Angelo con la stella della sera Angelo con l'Arma Christi erminia
Farinelli fede Ferdinand_IV,_King_of_Naples
Flora e Zefiro Frederick, Prince of Wales Giove e Callisto
Ascensione di Cristo il_cantante_farinelli_con_amici Giaele e Sisara
Juno Ricevere il capo di Argo maria-barbara-de-braganza Mercury About to Slay Argus
Dal 1730 al 1739 è in Inghilterra, operoso nel Palazzo Thonkerville, a Pown House, a Moor Park e nel Teatro del Covent Garden, illustrando scene mitologiche e storiche; il suo arrivo in Inghilterra è testimoniato dall'inglese George Vertue, che riporta anche la notizia del suo alunnato a Düsseldorf presso Giovanni Battista Bellucci, figlio del più noto Antonio.
pentecoste Peter I with Minerva Paesaggio di fantasia con la scultura antica
Portrait of a Lady Paesaggio di fantasia con la scultura antica
Ritratto di un uomo seduto a un tavolo Ritratto di una donna seduta Ritratto di un uomo in piedi
Ritratto di un uomo in piedi con una spada Portrait of a Woman Seated at a Spinet Portrait of Sir Thomas Reeve
Prince of Wales Princess Amelia Sophia Eleanora Princess Caroline Elizabeth-1

Da un viaggio a Parigi nel 1736 insieme al celebre cantante Farinelli conosce la pittura di François Lemoine e Boucher. Oltre a ciò è la relazione stilistica con i fiamminghi Theodor Van Thulden e Adriaen Van der Werff, da lui conosciuti probabilmente in Baviera.

Nel 1739 ritorna in Italia, forse a Napoli e certamente a Montecassino, nella cui Abbazia esistevano due sue tele, distrutte nella seconda guerra mondiale, lavorando fino al 1747 a Venezia per il commerciante berlinese Sigismund Streit, per la Casa Savoia e per chiese e palazzi veneziani e veneti. Nel tardo 1747 lascia definitivamente l'Italia per stabilirsi a Madrid, chiamato da Ferdinado VI e da Maria Barbara di Braganza, probabilmente su suggerimento dell’amico Farinelli, quale pittore della corte e direttore dell'Accademia Reale di San Fernando, lavorando anche ad Aranjuez, a Segovia e per manifatture di arazzi.

Ritratto di Siegmund Streit Shoe-Black
Diluvio
Adamo e Eva
Venere e Adone Venere e Adone La scacciata dal paradiso
Il ritratto del cantante Carlo Broschi, detto Farinelli    
Con l'opera dell'Amigoni la pittura arcadica europea raggiunge il suo apogeo: tanto nelle decorazioni che nelle sue tele mostra leggerezza e grazia, una luminosa eleganza di colori pastosi e freddi distesi a larghe pennellate. La sua chiarezza compositiva lo pone tra i più importanti rappresentanti della cultura pittorica arcadica e rococo.
     
     
     
le immagini sono tratte dal sito : WEB GALLERY OF ART e dai links sottostanti - biografia da WIKIPEDIA
 

 

LINKS

THE FITZWILLIAM MUSEUM - THE STATE HERMITAGE - KRESS FOUNDATION - THE METROPOLITAN MUSEUM - MUSEUM OF FIN ART BOSTON - THE ROYAL COLLECTION - THE ASHMOLEAN - CA' REZZONICO - CRISTCHURCH ART GALLERY - THE COURTAULD - BIBLIOTECA AMBROSIANA - MUSEUM BREDIUS - THE NATIONAL MUSEUM OF ART ROMANIA - PRINCETON MUSEUM - POLO MUSEALE FIORENTINO - COLLECTION TATE - ZI FOTOTHEK -