CLUB ANTIQUARI ITALIANI
 
SPONSOR
LE RUBRICHE
L'UNICO ALBERO GENEALOGICO DI UNA FAMIGLIA ITALIANA CON DOCUMENTI, GLI ALBERI, LA RICERCA ARALDICA
I COSTUMI NEI SECOLI
Cleto (CS) - IL SITO DEL PICCOLO COMUNE CALABRESE
DAL MEDIOEVO - INCISIONI
LE MASCHERE DELLA COMEDIA NEI SECOLI
LINKS PER LE CASE D'ASTE
LINKS PER I DATA BASE DI PITTORI
ARIDE CORBELLINI - ARTISTA BRESCIANO DEI PRIMI '900
PICCOLE BIOGRAFIE DI ARTISTI
LE INVENZIONI
MARCHI CERAMICHE
 
 
 
 LE IMMAGINI PROVENGONO DAI SITI WEB
INDICE DEGLI ARTISTI

 

ALLORI, Cristofano

n. 1577 a Firenze, m. 1624 a, Firenze

le immagini sono tratte dal sito : WEB GALLERY OF ART e dai links sottostanti - biografia da WIKIPEDIA

Allori nacque a Firenze da Maria e dal pittore Alessandro di Cristofano Allori, allievo e pupillo del noto Agnolo di Cosimo, detto il Bronzino, appellativo che egli aveva ereditato dal maestro e che trasmetterà anche al figlio. Alessandro, che dopo la morte del Bronzino (1572) e del Vasari (1574) poteva vantarsi di essere tra i primi pittori di Firenze e di godere di grande considerazione a corte, lo prese molto presto nella sua bottega, tanto che già nel 1590 Cristofano firmava la sua prima tela, un acerbo Ritratto del conte Ugo di Toscana. Nella bottega assimilò il disegno paterno, si dedicò a copiare le tele di Raffaello e di fra Bartolomeo, a studiare le opere del bronzino e del Ligozzi, impegnandosi nel ritratto: quello di Francesco e Caterina de' Medici è del 1596.

adorazione dei magi autoritratto Bernardo Davanzati Bostichi
cosimo I Cena di Emmaus cosimo i
Cosimo II Cristina di Lorena davide e golia
giulia gonzaga il sacrificio di isacco
  Giuditta con la testa di Oloferne Giuditta con la testa di Oloferne
Cristofano, che guardava agli esempi del Cigoli e di Santi di Tito, con gli anni e con il mutare del gusto che esigeva ora un tratto e un colorito più morbido, si mostrava insoddisfatto della maniera michelangiolesca e delle fredde colorazioni del padre, che prese a male quelle sue critiche che parevano screditarlo; da parte sua, Cristofano «era solito rispondere a chi gliene parlava, che suo padre nell'arte della pittura era eretico», sicché, in un giorno del 1600, se ne andò a dipingere nella bottega di Gregorio Pagani (1558-1605), esponente della scuola fiorentina del tardo manierismo, che cercava di unire il ricco colore dei veneziani con l'attenzione al disegno tipica dei fiorentini.
Giuditta con la testa di Oloferne Testa di uomo barbuto
Il Beato Manetto che risana uno storpio muto è il primo frutto della sua attività indipendente dal padre - raffigurato, secondo il Baldinucci, nella figura del Manetto, «canuto vecchio con piccola barba»- e, benché uscito dalla bottega del Pagani, «il quadro non offre che tenui tracce dello stile di Gregorio:le parti essenziali, come l'andamento compositivo e la materia pittorica densa e intrisa di luce, dimostrano il ruolo decisivo e tradizionalmente riconosciuto che il Cigoli ebbe in questa prima maturazione di Cristofano»senza dimenticare la «severità concentrata» dei volti, tipica del Passignano.
Le sue opere si distinguono per la loro stretta aderenza alla natura e per la delicatezza e la perfezione tecnica della loro esecuzione. La sua abilità tecnica è dimostrata dal fatto che alcune copie di dipinti del Correggio sembrano essere stati realizzati proprio dal Correggio stesso. La sua estrema pignoleria ha limitato il numero delle sue opere. Diversi opere sono esposte a Firenze.
maddalena austria
maddalena austria maddalena Maddalena leggente
madonna con bimbo madonna con bimbo madonna con bimbo
maria maddalena resurezione ritratti di uomo
ritratti di uomo ritratti di donna ritratto di donna
ritratto di giovane ritratto di giovan ritratto di ragazzo
Il suo capolavoro è probabilmente la Giuditta con la testa di Oloferne. Esiste in due copie a Palazzo Pitti a Firenze e nella Queen's Gallery di Londra. Il modello per la Giuditta fu la sua amante, la bella Mazzafirra, che è rappresentata anche nella Maddalena, e la testa di Oloferne è generalmente considerato un autoritratto.
Ritratto virile san francesco penitente san giuliano
San Giovanni San Giuliano santo stefano
santo stefano susanna e i vecchioni studio di albero
ugo di toscana vergine e domenico  
     
le immagini sono tratte dal sito : WEB GALLERY OF ART e dai links sottostanti - biografia da WIKIPEDIA
 
LINKS

THE STATE HERMITAGE - KRESS FOUNDATION - BILDDATENBANK - MINISTERE DE LA CULTURA FRANCE - THE ASHMOLEAN - POLO MUSEALE FIORENTINO - BOUDOIN COLLEGE MUSEUM OF ART - LACMA COLLECTION - ALBERTINA BILDDATENBANK