CLUB ANTIQUARI ITALIANI
 
SPONSOR
LE RUBRICHE
L'UNICO ALBERO GENEALOGICO DI UNA FAMIGLIA ITALIANA CON DOCUMENTI, GLI ALBERI, LA RICERCA ARALDICA
I COSTUMI NEI SECOLI
Cleto (CS) - IL SITO DEL PICCOLO COMUNE CALABRESE
DAL MEDIOEVO - INCISIONI
LE MASCHERE DELLA COMEDIA NEI SECOLI
LINKS PER LE CASE D'ASTE
LINKS PER I DATA BASE DI PITTORI
ARIDE CORBELLINI - ARTISTA BRESCIANO DEI PRIMI '900
PICCOLE BIOGRAFIE DI ARTISTI
LE INVENZIONI
MARCHI CERAMICHE
 
 
 
LE IMMAGINI PROVENGONO DAI SITI WEB
INDICE DEGLI ARTISTI

 

ALBANI, Francesco

n. 1578 a Bologna, m. 1660 a Bologna
immagini dal sito : WEB GALLERY OF ART - biografia da WIKIPEDIA

Secondo figlio di Agostino, mercante di seta, e di Elisabetta Torri, dopo la morte del padre nel 1590, il quale lo avrebbe voluto studente di legge, entra nella bottega bolognese del pittore fiammingo manierista Denijs Calvaert, da tempo attivo a Bologna, nella quale ha per compagni di apprendistato il Domenichino e Guido Reni; si dice che il quindicenne ma precoce Reni gli facesse da secondo maestro.

Amorini Diana e Callisto Diana e Atteone
autunno sacra famiglia primavera
estate annunciazione inverno
battesimo di Cristo girotondo di amorini girotondo di amorini
DIO PADRE NELLA SUA GLORIA DI ANGELI venere e adone Salmacis e Hermaphrodite

Questi tre migliori allievi non tardano a lasciare il Calvaert per la moderna Accademia dei Carracci dove, in assenza di Annibale, che è a Roma per le decorazioni di Palazzo Farnese, operano Ludovico e Agostino. Nel 1598 collabora alla decorazione di Palazzo Fava con le Storie tratte dall'Eneide di Virgilio. Il 5 dicembre 1599 è iscritto nella Compagnia dei Pittori di Bologna.

Nell'ottobre del 1601 l'artista è a Roma, collaboratore di Annibale Carracci negli affreschi della chiesa di San Giacomo degli Spagnoli, dal 1602 al 1607, ora staccati e conservati a Madrid e a Barcellona e alle decorazioni di Palazzo Aldobrandini, con lAdorazione dei magi, la Visitazione, la Deposizione e lAssunzione.

SAN FRANCESCO DI ASSISI IN PREGHIERA La Vergine visitata dagli angeli durante la fuga in Egitto La Toilette di Venere
Compianto su Cristo Cibele e le stagioni o l'Allegoria della Terra  
Andrea Calvi Adone e Venere Metamorfosi di Acteone
Apollo e Marsia Apollo e Mercurio o l'Allegoria della Aria Apollo e Dafne

Dopo un ritorno a Bologna intorno al 1609, nel 1610 partecipa, con Guido Reni, alla decorazione della Cappella dell'Assunta del Quirinale e, a Bassano Romano, alle decorazioni, col Domenichino e con l'allievo Giovanni Battista Viola, di Palazzo Giustiniani.

L'1 giugno 1614 nasce la figlia Elisabetta dalla moglie Anna Rusconi, che muore venti giorni dopo per le complicazioni del parto; intorno a questo periodo è iscritto nell'Accademia romana di San Luca.

Autoritratto Battesimo di Cristo Battesimo di Cristo
Autunno Venere e Adone Maria Maddalena penitente Latona e i contadini della Licia
Bllone Diana e Atteone Cristo e la Samaritana
La Sacra Famiglia in un paesaggio Gesù Cristo servito dagli angeli La Toilette di Venere
La Sacra Famiglia Il Padre Eterno e l'angelo Gabriele Riposo di Venere e Vulcano
Madonna ha visitato dagli angeli durante la fuga in Egitto L'amore disarma Ritrovamento di Mosè

A causa di motivi familiari deve far ritorno a Bologna nel 1617 ove dipinge il Battesimo di Cristo per la chiesa di San Giorgio in Poggiale, ora conservato alla Pinacoteca Nazionale, la pala della chiesa dei Servi a Rimini e, nel 1622, quattro tondi con le Storie di Venere e Diana, ora nella Galleria Borghese di Roma.

È a Mantova dal 1621 al 1622 con Lucio Massari, decorando per il duca Federico Gonzaga la Villa Favorita.

Sacra Famiglia Con Santa Teresa Santa Caterina D alessandria
Salmaci E Ermafrodito SACRA FAMIGLIA Sacra Famiglia e angeli con i simboli della Passione
Dopo un breve soggiorno a Roma, dal 1623 al 1625, fa definitivamente ritorno a Bologna, dove fra il 1630 e il 1632 affresca la Cappella Cagnoli di Santa Maria di Galliera. L’Albani contribuì notevolmente alla diffusione del classicismo bolognese, fornendo una interpretazione che, nell’ultima parte della sua carriera, assecondò il gusto di certi committenti. L’aspetto più intenso e producente dell’Albani va ravvisato nei dipinti mitologici, piuttosto che in quelli religiosi. L'ultima sua opera è probabilmente il Riposo nella fuga in Egitto, dipinto per Vittoria de' Medici, conservato a Palazzo Pitti.
immagini dal sito : WEB GALLERY OF ART - biografia da WIKIPEDIA
 

 

LINKS

MUSEUM OF SAN FRANCISCO - THE STATE HERMITAGE MUSEUM - KUNST HISTORISCHES MUSEUM - LOUVRE - Five College Museums - PINACOTECA di BOLOGNA - PRINCENTON UNIVERSITY