Factotum - realizzazioni e ristrutturazioni logo atelier des arts Concorso di pittura 1a edizione premio San Zenone a Passirano (BS)
 
SPONSOR
LE RUBRICHE
L'UNICO ALBERO GENEALOGICO DI UNA FAMIGLIA ITALIANA CON DOCUMENTI, GLI ALBERI, LA RICERCA ARALDICA
CLETO (CS)
pERSONAGGIO DEL '500 E '600
MASCHERE ITALIANE
SCENE DAL MEDIOEVO
CASE D'ASTA
DATABASE DI ARTISTI
CORBELLINI ARIDE - LA CALCOGRAFIA
BIOGRAFIE DI ARTISTI
IN CHE ANNO LE INVENZIONI ?
BASSETTI LEANDRO
MARCHI CERAMICHE
 
 
NOBILE ITALIANO

NOBILE ITALIANO
 

Le pitture di Domenico di Bartoli ridondano talmente di costumi del decimoquarto secolo, che il Vasari ci assicura avere il Pinturicchio e Raffaello copiato da quello la maggior parte dei dettagli e degli abiti nazionali, con cui inricchirono i loro quadri nella cattedrale di Siena. Appoggiato a tali autorità ne copiai la presente figura: rappresenta essa un gentiluomo italiano: ma serve la medesima altresì a far conoscere la maniera con cui· vestivano i Francesi di quell'epoca, perché Giovanni Villani (*) nelle sue Cronache si lagna delle muta­zioni dei nuovi abiti dei Fiorentini, succedute in conseguenza del governo di Gualtieri, duca di Atene, e del frequente passaggio delle truppe francesi, che portavansi nel regno di Napoli.

Questo nobile italiano porta in testa un cappello nero bordato d'oro e sormontato da bianche piume. La sopravveste è di dommasco a fiori verdastri in fondo bianco: le maniche cadenti sono foderate d'ermellino. l calzoni sono verdi e terminano a mezza gamba con una fascia nera filettata di bianco. La calzatura della gamba sinistra è verdastra infuora e rossa indentro: quella della gamba destra è egualmente rossa in dentro e bianca infuori. La manica del giubbone è color di scarlatto.

Mi pare che questo costume possa appartenere agli ultimi anni del decimoquarto secolo e presenta nella forma del cappello e della calzatura qualche singolarità, di cui non ne ho ancora trovato ripetizione alcuna. La sua autenticità non ammette non pertanto verun dubbio.

(*) Gio. Villani. Storo lib. XI!. cap. 4.