Factotum - realizzazioni e ristrutturazioni logo atelier des arts Concorso di pittura 1a edizione premio San Zenone a Passirano (BS)
 
SPONSOR
LE RUBRICHE
L'UNICO ALBERO GENEALOGICO DI UNA FAMIGLIA ITALIANA CON DOCUMENTI, GLI ALBERI, LA RICERCA ARALDICA
CLETO (CS)
pERSONAGGIO DEL '500 E '600
MASCHERE ITALIANE
SCENE DAL MEDIOEVO
CASE D'ASTA
DATABASE DI ARTISTI
CORBELLINI ARIDE - LA CALCOGRAFIA
BIOGRAFIE DI ARTISTI
IN CHE ANNO LE INVENZIONI ?
BASSETTI LEANDRO
MARCHI CERAMICHE
 
 
DAMA ITALIANA

DAMA ITALIANA
 

Non crederebbesi a priJTla vista di trovare nel presente costume il ritratto di quella seducente Fiammetta, la quale seduti sull'erba molle e toccando colle sue delicate dita le corde di un'arpa, prepara si a cantare, per comando della regina del giorno, una di quelle vaghe canzoni, che terminano in sì graziosa maniera ciascuna delle allegre giornate, di cui è composto il Decamerone del Boccaccio? La musica e la danza erano i trattenimenti più favoriti della gioventù del decimoterzo e del decimoquarto secolo. Le civili dissensioni potevano disturbare la Repubblica: la peste, flagello ancor più distruggitore, poteva mietere una parte della popolazione, senza che questo gusto nazionale e questo amore dei piaceri avessero a soffrire alcuna altera­zione. La brillante introduzione del Decamerone del Boccaccio non ne è forse la più evidente prova? E l'e­nergica pittura, che fa quello scrittore della terribile epidemia che spopolò Firenze, non produce forse un vivissimo contrasto colla allegria di quella amabile riunione, la quale, fuggendo da un troppo penoso spet­tacolo, cerca fuori della città desolata un ritiro, in cui possa l'anima darsi liberamente in preda alla gioja ed ai piaceri? Alcune miniature di manoscritti francesi del decimoquarto secolo presentano nei costumi di donne qualche analogia con quello della presente tavola che venne copiata da un dipinto del Vanni. Questa giovine dama tiene in capo un leggiero velo color di rosa, ornato di una frangia d'oro, ed il quale copre un piccolo berretto di velluto nero. La veste, a maniche cadenti, è di una stoffa rossa ricamata d'oro e foderata d'ermellino. Le sottomaniche sono strette e di tessuto d'oro. L'arpa è giallastra.