Factotum - realizzazioni e ristrutturazioni logo atelier des arts Concorso di pittura 1a edizione premio San Zenone a Passirano (BS)
 
SPONSOR
LE RUBRICHE
L'UNICO ALBERO GENEALOGICO DI UNA FAMIGLIA ITALIANA CON DOCUMENTI, GLI ALBERI, LA RICERCA ARALDICA
CLETO (CS)
pERSONAGGIO DEL '500 E '600
MASCHERE ITALIANE
SCENE DAL MEDIOEVO
CASE D'ASTA
DATABASE DI ARTISTI
CORBELLINI ARIDE - LA CALCOGRAFIA
BIOGRAFIE DI ARTISTI
IN CHE ANNO LE INVENZIONI ?
BASSETTI LEANDRO
MARCHI CERAMICHE
 
 
CAVALIERE ARMATO

CAVALIERE ARMATO

Il prezioso monumento dal quale è stato ricavato questo costume trovasi nella chiesa di santa Francesca Romana a Roma. È la figura equestre di Antonio Rido, nobile Padovano, governatore del castello Sant'Angelo sotto Eugenio IV, e generale delle truppe della Chiesa sotto Nicola V.

Il presente costume appartiene ad un'epoca, in cui la cavalleria avvicinava si a gran passo verso l'ultimo periodo della sua decadenza. L'uso delle armi da fuoco era diventato generale ed aveva dato ai soldati a piedi i mezzi di resistere con vantaggio a quella cavalleria di gentiluomini, la quale, per molti secoli, aveva potuto, difesa da impenetrabili armature, affrontare i vani colpi di una massa di paesani o di quasi nudi cittadini. Invano il cavaliere stancava il suo corpo sotto il peso di grosse piastre di ferro, che rinforzava incessantemente e dalle quali veniva alla fin fine oppresso: nondimeno non poteva evitare il piombo micidiale scagliato dalla mano di un qualsisia soldato a piedi. Diventò così inutile ogni armatura, sia pel cavaliere, che per il di lui cavallo, non bastando quella per resistere contro il terribile effetto delle armi da fuoco. Questo guerriero è intieramente coperto di una armatura, di cui tutte le parti sono rappresentate con una fedeltà, che non lascia nulla a desiderare. Lo scultore effigiollo con un semplice berretto in testa, per potere così lasciar vedere i lineamenti del viso del personaggio alla cui memoria fu innalzato il monumento: vi ha però collocato in disparte il caschetto, di modo che non manca nulla dell'intiero costume. I finimenti del cavallo sono semplici, ma fregiati di borchie d'oro e di eleganti ornamenti.