Factotum - realizzazioni e ristrutturazioni logo atelier des arts Concorso di pittura 1a edizione premio San Zenone a Passirano (BS)
 
SPONSOR
LE RUBRICHE
L'UNICO ALBERO GENEALOGICO DI UNA FAMIGLIA ITALIANA CON DOCUMENTI, GLI ALBERI, LA RICERCA ARALDICA
CLETO (CS)
pERSONAGGIO DEL '500 E '600
MASCHERE ITALIANE
SCENE DAL MEDIOEVO
CASE D'ASTA
DATABASE DI ARTISTI
CORBELLINI ARIDE - LA CALCOGRAFIA
BIOGRAFIE DI ARTISTI
IN CHE ANNO LE INVENZIONI ?
BASSETTI LEANDRO
MARCHI CERAMICHE
 
 

AVVOCATO DELLA CHIESA
 

Questa carica, la di cui origine è antichissima, diversificava assai da quella degli avvocati moderni. Quando un ecclesiastico voleva sostenere una causa davanti i giudici secolari, doveva giurare di non dir calunnie: poteva altresì essere obbligato a dare il suo giuramento anche per altre cagioni. Questa formalità, di natura tanto delicata e sì pericolosa da compromettere anche il carattere sacerdotale, venne dai sacri canoni proibita al clero, af)ìne di preservare i suoi membri dal rischio di dare un falso giuramento. Dovevano dunque gli avvocati giurare per il clero che difendevano.

Il presente costume fu copiato da un quadro in cui Filippino Iippi rappresentò la disputa di san Tomaso d'Aquino nella chiesa della Minerva a Roma. Questo pittore appartiene alla scuola romana del decimoquinto secolo: aveva potuto essere presente alla sontuosa pompa spiegata dal vescovo di Firenze quando faceva il suo in­gresso in quella città. Gli Visdomini od avvocati del vescovado vi comparivano sempre tra i primi e le relazioni contemporanee parlano tutte delle mazze d'argento di cui andavano armati. E non avvi forse luogo a credere, che dovendo rappresentare in pittura una disputa, nella quale faceva egli comparire i principali eretici davanti ad una specie di tribunale, vi abbia l'artista introdotto, giusta l'uso del suo tempo, un avvocato della Chiesa nella figura dell'uomo armato, collocatovi nella qualità di campione del santo? Questo militare porta un giaco di maglia con una sopravveste nera fregiata di ricami d'oro. Nella destra tiene una mazza d'argento con cesellature dorate. I calzoni ed il berretto sono rossi: le scarpe di col or giallognolo. La spada ha l'impugnatura dorata col fodero nero e sta appesa ad- un cordone d'oro. Le maniche del farsetto sono rosse e lasciano vedere la camicia. La cintura è bianca e stavvi appesa una spezie di borsa scarlatta. La catena e la croce che porta al collo sono d'oro.