Factotum - realizzazioni e ristrutturazioni logo atelier des arts Concorso di pittura 1a edizione premio San Zenone a Passirano (BS)
 
SPONSOR
LE RUBRICHE
L'UNICO ALBERO GENEALOGICO DI UNA FAMIGLIA ITALIANA CON DOCUMENTI, GLI ALBERI, LA RICERCA ARALDICA
pERSONAGGIO DEL '500 E '600
MASCHERE ITALIANE
SCENE DAL MEDIOEVO
CASE D'ASTA
DATABASE DI ARTISTI
CORBELLINI ARIDE - LA CALCOGRAFIA
BIOGRAFIE DI ARTISTI
IN CHE ANNO LE INVENZIONI ?
BASSETTI LEANDRO
MARCHI CERAMICHE
 
 
GHENOS il software per la digitalizzazione dei registri
PROGETTO RESTAURI
Donation Crowdfunding
 

PERSONAGGI DEL '500 E '600
Rarissimi esemplari, tavole acquarellate a mano eseguite da
Francesco Hayez (1791-1882)
per la festa da ballo del conte G. Batthyany che si tenne
la sera del 30 gennaio del 1828 a Milano

cm. 24 x 40

×

Francesco Hayez

stupenda raccolta di tavole disegnate da Francesco Hayez, in litografia e con superba coloritura a mano d’epoca, che raffigurano ospiti partecipanti alla festa per il carnevale del 1828, il conte ungherese Batthyany aveva pensato ad un grande ballo in costume, l'invito era stato accolto con molto favore dalla nobiltà milanese, e la sera del 30 gennaio aveva aperto con sfarzo il suo palazzo in Porta Orientale. L'autore di molti di quei costumi, il grande pittore Francesco Hayez, era vestito da "Giulio Romano" (il pittore del Palazzo Tè di Mantova); il Conte Batthyany portava il costume di Capo de’ Montegrini; il pittore Giovannni Migliara quello di Claudio di Lorena; ma chi ebbe la palma per il migliore gruppo storico fu la famiglia Belgioioso, che aveva voluto rievocare la corte cinquecentesca di Francesco I, re di Francia. Parteciparono alla festa, che duro' sino alle otto del mattino, i più importanti aristocratici milanesi: Trivulzio, Visconti, Porro, Borromeo, Litta, Belgioioso, Bagatti-Valsecchi, Serbelloni, Casati, Brivio, Cicogna, ecc. Cfr. Arrigoni “Milano nelle vecchie stampe”,II,1039 e 1037 con ill. (v. tavv. 75 e 74): “E’ noto che i costumi della festa furono disegnati da Francsco Hayez; non si sa invece chi fu l’esecutore delle tavole litografiche, in quanto secondo il titolo, l’Elena vi compare unicamente come editore e solo in pochissime tavv., come in quella con il costume di Giulio Romano, si distingue il suo segno” - Colas “Bibliogr. du costume et de la mode”,746 - Lipperneide,2826. Comanducci, p. 321 e Servolini, p. 413: “Francesco Hayez (Venezia 1791 - Milano 1882), pittore insigne, nonchè litografo e calcografo, insieme all’Appiani e al Fontanesi è l’esponente della litografia italiana ottocentesca. Pittore fecondissimo e instancabile, lavorò fino a veneranda età, impersonò per lunghi anni l’Accademia milanese di Brera, e fu per mezzo secolo l’idolo del pubblico”. Opera rarissima, difficile a trovarsi in quanto molti partecipanti riuscirono ad avere la tavola in cui erano stati ritratti dall'Hayez.


Agnese Antica lombarda Bandito calabrese Bravo del 1600
Caffio Capitano della guardia Claudio di Lorena Contadina russa
conte di Montmoreney Corsaro greco Cosacco dama di corte di Caterina de Medici
dama di onore alla corte di francesco di francia Desdemona Diana di Poitiers Doge di Venezia
Duca di Mantova duchessa de la Valliere Eleonora di Austria Francesco re di Francia
Generale turco Gian Bologna Giovane veneziano Giulio Romano
greca dell'isola Argentiera Greco moderno Halled
Italiano del 1500 Lombardo del 1495 Lutrec Maleli Adel
Margherita di Valois Matilde Montanara scozzese Montanaro scozzese
Nobile portoghese Otello Paggi del re di Francia Persiana
Portoghese Re di Navarra Regina Berengaria Rodrigo
San Micheli Schiavona Schiavone Senatore veneziano
Tarquato Tasso

INDIETRO      

 
Ghenos
Pagina facebook Antonio Guadagnini